L'ORDINE SOVRANO 

   DEI    

CAVALIERI D'ORIENTE

CARICHE E GRADI

La carica di Gran Maestro e ereditaria

 GRAN COLLARE DÌ GIUSTIZIA DELLA CORONA  E DEL TEMPIO D'ORIENTE

(PER SOVRANI, GRAN MAESTRI DÌ ALTRI ORDINI)

CAVALIERE  GRAN CROCE DÌ GIUSTIZIA 

(PER LA NOBILTA')

COMMENDATORE DÌ GIUSTIZIA

(PER LA NOBILTA')

CAVALIERE O DAMA DÌ GIUSTIZIA

(PER LA NOBILTA')

 

CAVALIERE  GRAN CROCE DÌ GRAZIA MAGISTRALE

COMMENDATORE DÌ GRAZIA MAGISTRALE

CAVALIERE O DAMA DÌ GRAZIA MAGISTRALE

E POI VI SI SONO I CAVALIERI ELETTI

essi sono i membri dell’Ordine  che prendono i voti si dividono in tre GRADI:

A) il primo GRADO è costituito dai Cavalieri di

Giustizia, d'onore e devozione.

 che hanno emesso i Voti religiosi E SEGUONO LE REGOLE;

 

 

B) il secondo GRADO è costituito dai membri in

C) il terzo ceto è costituito da quei membri che non

emettono Voti religiosi , ma vivono

secondo le norme del TEMPIO, pronti ad impegnarsi

per l’Ordine e per IL TEMPIO, e sono suddivisi

in

a) Cavalieri e Dame di Onore e Devozione

b) SOSTENITORI ECUMENICI “ad honorem ”

 

 

IL GRAN MAESTRO

Al Gran Maestro, Capo dell’Ordine, spettano prerogative ed onori sovrani e titolo di Principe ed Altezza reale ed imperiale.

LA CARICA DÌ GRAN MAESTRO VIENE TRASMESSA DAL SOVRANO DELL'ORDINE IN CARICA

Il Gran Maestro e il Luogotenente del Gran

Maestro devono avere i requisiti nobiliari prescritti

per la categoria dei Cavalieri di giustizia, Onore e

Devozione.

GIURAMENTO DEL GRAN MAESTRO

L’eletto alla dignità di Gran Maestro presta davanti AL PROPRIO MAESTRO SPIRITUALE E DINANZI A DIO

il seguente giuramento:

“Io ... solennemente prometto e giuro sul mio onore e DINANZI A Dio, di

osservare la Carta Costituzionale, il Codice, le regole E

consuetudini dell’Ordine nostro, e di reggere coscienziosamente

l’attività dell’Ordine. Così mi aiuti Iddio e se inadempiente

sarà in pericolo l’anima mia.”

Spetta al Principe Sovrano e Gran Maestro di :

a) emanare tutti  i provvedimenti legislativi nelle

materie non disciplinate dalla Carta

Costituzionale e dal Codice;

b) promulgare mediante decreto gli atti di

governo;

c) ammettere i membri dell’Ordine,  al

primo ceto - Noviziato, Voti Temporanei e Voti

Perpetui - e al secondo ceto - anno di prova e

Promessa -;

d) ammettere i membri dell’Ordine,

e) ricevere nell’Ordine i membri nel terzo ceto,

previo voto deliberativo del Sovrano Consiglio

o con provvedimento di “Motu Proprio”;

f) amministrare, con l’assistenza del Sovrano

Consiglio, i beni del Comun Tesoro e vigilare

sulle proprietà;

g) dare esecuzione agli atti della Santa Sede che

riguardano l’Ordine e informare la Santa Sede SHINVAM

sullo stato e le necessità dell’Ordine;

 

h) ratificare, previo voto deliberativo del Sovrano

Consiglio, gli accordi internazionali;

i) convocare il Capitolo Generale Straordinario,