Religiosi si nasce vegetariani si diventa

Dr. Med. Leonardo SALOMONE NAVARRA DELLA TORRE

Pubblicato sul mensile “Avanguardia” – Agosto 1994

Abbiamo parlato delle ragioni morali per cui si diventa vegetariani. Accanto a questi motivi, per certe persone, principalmente in India, vi sono motivi filosofici - religiosi. Infatti la principale religione dell’India, che è l’induismo, è basata sulla severa legge del karma che costringe ogni uomo a subire le conseguenze dei propri atti. Chi uccide gli animali per cibarsene susciterà le reazioni del suo atto e dovrà scontarne le conseguenze. La legge universale del karma non può essere presa alla leggera perché essa colpisce senza parzialità e senza errori attribuendoci esattamente ciò che noi ci siamo meritati e in particolare assicura a chi provoca dolore e violenza agli altri lo stesso dolore e la stessa violenza adesso e nel futuro. E’ inconcepibile essere una persona religiosa e non rispettare la vita di qualunque natura essa sia. Questo però non è soltanto un pensiero orientale visto che San Francesco aveva il rispetto di ogni creatura di Dio ed era vegetariano.