Olio di primula della sera

ed altri acidi grassi essenziali

Dr. Med. Leonardo SALOMONE NAVARRA DELLA TORRE

Iridologo Naturopata Nutrizionista

Master di Nutrizione (istituto nazionale della nutrizione Roma)

Perfezionato in medicina biointegrata (università G. D'Annunzio Chieti)

Perfezionato in  fitoterapia clinica (università della Tuscia Viterbo)

Perfezionato in bioetica livello avanzato (università cattolica Roma) ecc.

 

 

Pubblicato sul mensile “Avanguardia” – Agosto 1994 

riveduto ed  aggiornato al 2015

 

Olio di primula della sera, la pianta è conosciuta in Europa sin dal 1614. Nel 1917 un ricercatore tedesco scoprì che nei semi era contenuto un acido grasso polinsaturo importantissimo nell’alimentazione dell’uomo. Questo fu chiamato acido gamma linoleico (GLA). Questo acido presente nel latte materno è molto raro in natura. Insieme all’acido linoleico anch’esso presente nell’olio di primula della sera, l’acido gammalinoleico è un acido grasso polinsaturo essenziale e deve essere integrato con la dieta. gli acidi grassi essenziali sono inoltre anche presenti in numerosi semi di diverse piante come Perilla, la borragine, zucca, ribes nigrum, olivello spinoso, hippophae rhamnoides, colza, girasole, sesamo, germe di grano germe di avena,mais, soya,ecc.

Il nostro organismo sintetizza il GLA utilizzando l’acido linoleico ma dopo l’adolescenza la conversione effettiva dell’acido linoleico in GLA non raggiunge il 3%. Questa già bassissima percentuale di conversione viene ulteriormente ridotta se vi sono reazioni metaboliche alterate come invecchiamento precoce, assunzione eccessiva di acidi grassi animali saturi, diabete, condizioni di stress, assunzione di bevande alcoliche, disfunzioni immunologiche, ecc. ecc.

Nel 1960 alcuni ricercatori iniziarono uno studio sull’olio di Evening primrose dimostrandone un suo possibile utilizzo quale antiaggregante nei cardiopatici. Oggi queste proprietà antiaggreganti vengono attribuite al GLA.

Inoltre è dell’acido gamma linoleico che il nostro organismo sintetizza le prostaglandine PGE. 1 con l’aiuto della Delta C desauterasi.

Le PGE1 svolgono funzioni con gli ormoni e a livello di alcuni organi si comportano come gli organi stessi. Le PGE 1 sono coinvolte in moltissimi meccanismi biochimici dell’organismo umano, quale la regolazione del battito cardiaco, della pressione arteriosa, della pressione oculare, quale antiaggregante piastrinico.

Contribuiscono a ridurre il colesterolo totale in eccesso, innalzando quello buono. Rilassano la muscolatura liscia; sono immunostimolanti, stimolano la funzione dei linfociti. Nel 1979 alcuni studiosi americani hanno evidenziato l’azione terapeutica della PGE 1 nei confronti dell’artrite reumatoide, nelle patologie autoimmuni, nella sclerosi multipla, e nelle patologie tumorali.

Negli studi clinici effettuati fino ad oggi si può capire l’importanza nutrizionale e terapeutica dell’olio di primula della sera quale precursore della PGE 1 e viene indicato nei seguenti stati patologici: sindrome premestruale, menopausa, alcuni casi di sterilità, impotenza, turbe vascolari e quali antiaggregante piastrinico, e preventivo dell’infarto, trombosi, ipercolesterolemia, senilità precoce, arteriosclerosi, obesità stati flogistici, artriti, edema, acne, eczema, psoriasi, rughe, asma, carenze immunitarie, epatite, turbe metaboliche, diabete, disturbi visivi, glaucoma,alcoolismo, disturbi psicotici, nervosismo, sclerosi multipla, allergie, caduta dei capelli infatti, gli acidi grassi si sono rivelati dopo le ultime ricerche fra i più importanti principi attivi naturali utilizzabili per l’inibizione delle due forme isoenzimatiche  (tipo I e II) della 5-alfa reduttasi che trasformano il testosterone (T) in diidrotestosterone (DHT).

E interessante sapere che iil DHA è l’acido grasso  più abbondante nel cervello dove ricopre un ruolo fondamentale nelle sinapsi così come nelle membrane foto recettoriali della retina in cui è presente intorno al 60%.

Anche per  questi motivi viene utilizzato, tra tante altre cose,  sia per incentivare la lucidità e l’attività mentale che per combattere le degenerazioni della funzione visiva.

 Un interessante ricerca pubblicata sull'autorevole rivista scientifica "BIOLOGICAL PSYCHIATRY" fa rilevare come un dieta carente di acidi grassi Omega-3 sarebbe un fattore determinante nello sviluppo della patologia schizofrenica e nei vari tipi di disturbi dell'umore nei giovani con caratteristiche manifestazioni di ansie, iperattività, e disturbi della concentrazione. E emerso altresì che lo stress negli adolescenti e il principale fattore insieme alla nutrizione nello sviluppo di questi disturbi comportamentali compromettendo il fragile equilibrio e benessere psicofisico dei ragazzi. D'altra parte ne è stata riconosciuta la necessità sia nell'età adulta che in età sia senile come preventivo che curativo, un integrazione è stata riconosciuta di beneficio anche per i tossicodipendenti. Recenti studi hanno evidenziato come la Vitamina D ed omega-3 in combinazione sinergica possono migliorare la funzione cognitiva e il comportamento sociale nei  vari disturbi mentali come il disturbo dell’attenzione, il disturbo bipolare e la schizofrenia. Molti soggetti che soffrono di questi disturbi risultano carenti di micronutrienti in particolare di Omega-3 e vitamina D necessaria  mantenere elevati livelli cerebrali di serotonina. Questo potrebbe spiegare perché omega-3 e vitamina D esercitino effetti favorevoli sulla funzione cognitiva e il comportamento e migliorino i sintomi associati a disturbi mentali. Bassi livelli di serotonina possono suscitare  comportamento antisociale, scatti nervosi ed aumento dell’aggressività incontrollata.

GLI ACIDI GRASSI INSATURI POSSONO ESSERE EFFICACI PER LA CURA DELLE SEGUENTI MALATTIE:
Organi Malattie
Apparato intestinale Colite
  Diarrea
  Stitichezza
Articolazioni Artrite
Cervello/sistema nervoso Malattie mentali
  Sclerosi multipla
Cuore Trombosi coronarica
Denti e gengive Disordini di denti e gengive
Organi Malattie
Gambe Crampi alle gambe
  Ulcere alle gambe
Ghiandole Prostatite
Orecchio Sindrome di Ménière
Pelle Acne
  Dermatite
  Eczema
  Psoriasi
Polmoni/apparato respiratorio Asma
  Bronchite
  Raffreddore da fieno
Sangue/apparato circolatorio Alto livello di colesterolo
  Diabete
Generale Allergie
  Raffreddore comune
  Sottopeso
  Sovrappeso e obesità
  Ulcere esterne

E bene ricordare che il fabbisogno di acidi grassi aumenta proporzionalmente alla quantità di grassi saturi (carni,formaggi,ecc) e dei carboidrati ingeriti (zuccheri,ecc).un integrazione della dieta con qualche noce e alghe marine e sopratutto A.G.E. sarà di grande utilità.

E inoltre importante sapere che gli acidi grassi essenziali sono coinvolti nella durata della vita, infatti L'accorciamento dei telomeri è risultato cooresponsabile dell'insorgenza di diverse patologie correlate all'avanzamento dell'età e ad una mortalità precoce. La lunghezza dei telomeri è regolata da un enzima ,la telomerasi,  il quale e influenzato dall'esposizione a citochine proinfiammatorie e dallo stress ossidativo. Recenti evidenze  scientifiche hanno evidenziato che un integrazione con acidi grassi polinsaturi omega-3 riduce la concentrazione sierica di citochine proinfiammatorie. Un ulteriore studio ha anche studiato l'influenza degli omega-3 sulla lunghezza dei telomeri dei leucociti, sulla telomerasi e lo stress ossidativo. La lunghezza dei telomeri è risultata aumentata con il  diminuire del rapporto omega-6/omega-3 (p=0,02). I risultati ottenuti suggeriscono che un minore rapporto omega-6/omega-3 possa influenzare l'invecchiamento cellulare. ciò prova come una semplice integrazione alimentare di a.g.e.  possa migliorare il nostro sistema immunitario e prevenire molte malattie e allungare la vita.

E disponibile presso l'erboristeria Medica di Pescara Tel:085/4217230, un prodotto totalmente vegetale di acidi grassi essenziali (A.G.E.) ad alta concentrazione di omega-3-6-7-9 nella giusta proporzione ed equilibrio molto utile come preventivo e per le suddette patologie. Per un più efficace e consono utilizzo si sceglierà l'origine degli acidi grassi essenziale o una loro miscela in base alle caratteristiche intrinseche delle pianta e secondo la patologia o il disturbo che si vuole affrontare .Il prodotto è personalizzabile secondo il caso, non improvvisate! affidatevi ad un professionista qualificato ed esperto in materia .