Scienza dell’alimentazione:

I coloranti

 

Dr. Med. Leonardo SALOMONE NAVARRA DELLA TORRE

Iridologo Naturopata Nutrizionista

Master di Nutrizione (istituto nazionale della nutrizione Roma)

Perfezionato in medicina biointegrata (università G. D'Annunzio Chieti)

Perfezionato in  fitoterapia clinica (università della Tuscia Viterbo)

Perfezionato in bioetica livello avanzato (università cattolica Roma) ecc.

 

 

 

Pubblicato sul mensile “Avanguardia” – Novembre 1994

 

Inizierò una serie di articoli riguardanti i coloranti, i conservanti, gli addensanti ecc… Per quanto riguarda i coloranti sono tra tutti gli addittivi i più inutili e servono ad ingannare l’occhio dell’ignaro consumatore il quale si lascia attrarre dal bello e colorato aspetto del prodotto. A parte qualche eccezione sono quasi tutti sospetti di tossicità e tra l’altro molti derivano dal petrolio. Tra tutti i numeri che siglano le sostanze coloranti, che elencherò successivamente, quando sarò opportuno preciserò il tipo di sostanza con le eventuali conseguenze della stessa sul nostro organismo.

I coloranti sono classificati dall’E100 all’ E181. I primi due ossia E100 e E101 sono considerati non tossici o a rischio minimo. L’E102 o la tartrazina è tossico; può provocare delle reazioni allergiche del tipo prurito, orticaria, rinite, asma, nervosismo, ecc. ed è, inoltre incompatibile con l’uso dell’aspirina. L’E103 è altamente tossico ed è vietato dalla legge. L’E104 o il giallo di chinolina non è considerato tossico o è a rischio minimo. L’E105 è incompatibile con l’aspirina ed è vietato dalla legge.

L’E110 o il giallo arancio è tossico ed è incompatibile con l’uso dell’aspirina. L’E111 è tossico ed è vietato dalla legge. L’E120 o giallo cocciniglia è tossico ed è incompatibile con l’aspirina. L’E121è tossico ed è vietato dalla legge. L’E122 è considerato non tossico o a rischio minimo. L’E123 è risultato cancerogeno in molti paesi ed è stato bandito dalla legge. L’E124 o rosso cocciniglia è incompatibile con l’uso dell’aspirina ed è tossico. L’E125 e l’E126 entrambi a lungo sospetti sono oggi vietati. L’E127 o l’eritrosina è tossico. L’E130 risulta tossico ed è, inoltre anche esso vietato. L’E131 o il blu patent V e l’E132 o l’indigotina sono entrambi incompatibili con l’uso dell’aspirina e con le suddette reazioni sono dunque da evitare.

L’E140 è considerato non tossico o a rischio minimo. L’E141, E142, E150, E151 sono considerati sospetti ed è meglio non fidarsene. L’E153 è sospetto. L’E160 e l’E161 sono entrambi non tossici o a rischio minimo. L’E162 è il rosso estratto dalla barbabietola ed è innocuo. L’E163 è non tossico o è a rischio minimo.  Per l’E170 ci sono controversie; in Francia è considerato sospetto e in Italia lo definiscono non tossico o con rischio minimo. L’E171, l’E172, l’E173, sono sostanze sospette. L’E174, l’E175, l’E180, l’E181 sono considerati non tossici o con rischio minimo. Per molte sostanze i rischi sono minimi; per altre vi sono veri e propri immediati disturbi che ostacolano il buon funzionamento del nostro organismo e tutto ciò serve a dare solo un aspetto gradevole a molti cibi e bevande.