Scienza dell’alimentazione

 gli antiossidanti

Dr. Med. Leonardo SALOMONE NAVARRA DELLA TORRE

Pubblicato sul mensile “Avanguardia” – Gennaio 1995

 

In seguito ai precedenti articoli sugli additivi nell’alimentazione e dopo aver già trattato e spiegato le possibili reazioni dell’organismo alle sostanze coloranti e conservanti che senza rendercene conto ingeriamo ogni giorno, parliamo degli antiossidanti. Questi sono anche in un certo qual modo anche dei conservanti, ma più specificamente impediscono per un periodo più o meno lungo l’ossidazione e dunque le modificazioni provocate nei cibi dall’ossigeno. Infatti l’irrancidimento dei grassi è un alterazione di quest’ultimi per la presenza di aria.

Ma vi sono dei prodotti come l’olio extravergine di oliva che contiene degli antiossidanti naturali: i fenoli e la vitamina E. Gli antiossidanti sono siglati come gli altri additivi e vanno da E300 a E341, ma da E322 a E341 sono anche addensanti.

Da E300 a E304 o acido ascorbico e gli ascorbati se sono usati eccessivamente sono dannosi. Sono anche dannosi se usati a dosi eccessive anche i tocoferoli che vanno da E306 a E309 ed è utile sapere che questi sono stati vietati in Francia ma non in Italia.

E311 ed E312 o i gallati contenuti spesso nel burro, nella margarina, negli oli ma non nell’olio extravergine d’oliva, nelle gomme da masticare e in altri prodotti sono tossici e possono provocare irritazioni gastriche, allergie nelle persone asmatiche  a chi fa uso dell’aspirina. L’E320 o il BHA o il butilidrossianisolo ed E321 o butilidrossitoluolo  sono entrambi tossici e sono usati nei vari tipi di grassi utilizzati per il pane e i dolci per renderli croccanti e sembrano causare l’aumento di grassi nel sangue, eruzioni cutanee e distruggono la vitamina D. L’E322 la nota e benefica lecitina estratta dalla soia che è molto utile per prevenire e per ridurre il tasso di colesterolo nel sangue, è soprattutto un emulsionante.  Da E325 a E327, o lattanti, questi antiossidanti sono tossici specialmente per i bambini. L’E330 è altamente tossico ed è anche considerato cancerogeno. Da E331a E337 queste sostanze sono considerate poco tossiche o con rischio minimo. Da E338 a E341 questi antiossidanti che sono anche addensanti sono considerati sospetti in Francia e perciò è meglio diffidare. Come possiamo vedere queste sostanze hanno una praticità che spesso non sono in accordo per un buon funzionamento del nostro organismo.